"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 27 aprile 2014

#L’esercito nordcoreano pronto a battersi contro gli Stati Uniti-

#L’esercito nordcoreano pronto a battersi contro gli Stati Uniti-


I minacciosi propositi del presidente Kim, resi noti dall’agenzia d’informazione nordcoreana Kcna, sono seguiti all’appello lanciato dal presidente Usa Obama durante un incontro, a Seul, con il suo omologo sudcoreano Parco Geun-hye. Affrontando il nodo della questione nucleare in Corea del Nord, Obama ha dichiarato che Pyongyang rappresenta una: “minaccia diretta non solo per la regione asiatica ma anche per gli Stati Uniti”. Entrambi i presidenti hanno, inoltre, convenuto nel ribadire che:

“Corea del Sud e Stati Uniti faranno tutto il possibile per respingere ulteriori provocazioni di Pyongyang”
Per tutta risposta, il leader della Corea del Nord ha presieduto una riunione
della Commissione militare centrale, durante la quale ha illustrato gli obiettivi dell’immediato futuro per sviluppare ulteriormente l’esercito, rendendolo così più adatto a fronteggiare lo scontro con la superpotenza a stelle e strisce. Tra le altre cose, Kim ha sottolineato la necessità di migliorare la funzione e il ruolo degli organi politici nei ranghi dell’esercito per “ottenere 

la vittoria dopo il confronto militare con gli Stati Uniti.” 
Secondo il presidente sudcoreano: “la visiTa del presidente Obama in Corea del Sud costituisce un avvertimento importante: non tollereremo oltre le provocazioni della Corea del Nord e le sue minacce che parlano apertamente della possibilità di un nuovo test nucleare” e inoltre “le minacce nordcoreane porteranno Pyongyang non alla vittoria ma all’isolamento internazionale”.
In un clima di tensione crescente nell’area, generata dalle dispute territoriali con la Cina, Obama ha firmato un accordo con le Filippine in base al quale gli Stati Uniti si impegnano a mantenere una forte presenza militare nelle isole per i prossimi dieci anni. Tra gli obiettivi della visita in Asia del presidente Obama, vi è certamente il tentativo di rinsaldare il legame di fedeltà delle maggiori potenze della regione con gli Usa e al contempo, mostrare come Washington sia tuttora un soggetto politico attivo in questa parte del mondo.

http://www.signoraggio.it/lesercito-nordcoreano-pronto-a-battersi-contro-gli-stati-uniti/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...