"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

venerdì 11 aprile 2014

Formigoni, 49 milioni e non sentirseli…

Formigoni, 49 milioni e non sentirseli…

Complimenti per la giacca!
Che dire, negli ultimi anni gli hanno fatto il vuoto intorno, hanno arrestato e indagato tutti quelli che potevano delConsiglio Regionale della Lombardia. 
Gli giravano intorno come l’acqua del gorgo del lavandino, che inevitabilmente non risale verso l’alto, e ora siamo nella fase del risucchio verso il basso, quando anche le ultime bolle le vediamo scomparire giù per il tubo.
Il casto, puro e povero Roberto Formigoni, si sta incamminando sempre di più verso l’evidenza della marmellata attaccata alle dita, per via giudiziaria s’intende.
 Infatti oggi gli hanno sequestrato beni
per un valore di 49 milioni di euro, qualcosa come 100 miliardi delle vecchie lire.
Che dire, Formigoni, evidentemente, a qualcuno sarà anche simpatico, a me no, non posso nasconderlo.
 Ma da tanto… mi ha sempre suonato falso, lui e i suoi voti di castità, lui e la sua povertà, lui e la sua modesta superbia.
 ABologna si direbbe, al fa’ propria al sburaun… praticamente insopportabile.
Poi con questa bronza, col sorrisino dell’arroganza stampato sul volto, che va oltre il normale essere intollerabile di tutti gli altri politici. 
Formigoni ti prende per il culo scientificamente, e ci gode.
 Dietro la maschera del Memores Domini(coloro che ricordano il Signore?), che il Signore lo abbia in gloria, che obbliga a vivere secondo i precetti di povertà, castità e obbedienza, nel rispetto dell’imperativo benedettino ora et labora, se fossero vere le ipotesi della magistratura, e Dio non voglia, si sarebbero nascoste discrete nefandezze.
Bé dai, al mondo si vede di tutto, per cui ci sta anche un mezzo frate, in giacca color albicocca, povero casto e obbediente, far bagordi con i peggior intrallazzoni sul mercato, tuffandosi da yacht in Sardegna, e così via… ovviamente tutto normale, secondo il nostro memore, un po’ smemorato rispetto alla lista della spesa, ma soprattutto innocente.
Pensa te che sono riusciti a sequestrargli 49 milioni di euro, e secondo lui non ha una lira, visto che oggi dichiarava che sul suo conto ha 18.000 euro a credito, e 75.000 a debito, mah, saprà lui.
 Però allora a chi li hanno presi tutti sti milioni? 
Non sarà che il gip Paolo Guidi si è sbagliato ed è andato a prenderli a casa di qualcun altro?
In ogni caso complimenti a Formigoni, e a tutta la nostra classe politica. 
Una cozza attaccata allo scoglio è una dilettante rispetto a questi Super-Attack della poltrona.
 Qualsiasi cosa succeda, anche mentre li portano via con le manette, loro continuano a ripetere che non vedono la necessità di dimettersi, loro che sono stati votati da un tot di italiani, loro che sono innocenti.
Certo che avendo come esempio Berlusconi, un nome un avviso di garanzia, non si può far altro che aspirare all’empireo degli attaccati-alla-sedia. 
Ma non sarà che invece de L’Imitazione di Cristo, il nostro Formigoni non abbia letto L’Imitazione del Berlusca? 
sembrerebbe più plausibile, vista la persistenza nell’ipotesi di innocenza.
Insomma, l’imperativo categorico è negare sempre, oltre ogni evidenza, tanto al massimo ti mandano a raccontare le barzellette agli anziani.
 Che paese strepitoso che siamo, dove l’indecenza è considerata la norma, l’impunità è un valore, l’appropriazione indebita un vanto familiare, il furto con destrezza fa curriculum, e la circonvenzione di incapaci, noi italiani, è lo sport preferito da quella massa di lombrichi… ma no che servono, di cavallette (serviranno?), che sono i politici nostrani.
Chissà se riusciremo mai un giorno, ad istituire un Museo della Vergogna, come monito alle generazioni future, per ricordare questa epoca buia della storia italiana. 
Bé, secondo me, in una bella teca, accanto al suo bell’avviso di garanzia, la giacca color albicocca di Formigoni, ci farebbe la sua porca figura.
In fin dei conti però, cosa avrà mai fatto il casto, puro, obbediente, e soprattutto povero, Roberto ‘Ora et Labora’ Formigoni, che non abbia fatto un qualsiasi consigliere regionale che si rispetti, di questi tempi?
I pm ipotizzano che la Regione Lombardia abbia emanato una quindicina di delibere a favore della fondazioneMaugeri, la quale, a sua volta, tramite il noto Daccò, avrebbe fatto avere al nostro ‘Formy‘, benefici per milioni di euro, oltre al finanziamento di 500mila euro, sempre al nostro, per la campagna elettorale delle amministrative del 2010.
Ma vuoi mai dire che uno con una giacca così sia capace di tanto? 
Io credo di no, penso, onestamente, che la realtà sia peggio, molto peggio, ma purtroppo i pm non è che possono indagare su tutto.

http://www.primapaginadiyvs.it/formigoni-49-milioni-non-sentirseli/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...