"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 8 aprile 2014

Dal 1990 la Nato ha conquistato l’Europa orientale a suon di bugie

Dal 1990 la Nato ha conquistato l’Europa orientale a suon di bugie

Il trattato del nordAtlantico, in seguito Nato, venne firmato nel 1949 con la finalità, stando alle parole del primo segretario generale, Lord Ismay, di proteggere l’Europa mantenendo “fuori i russi, dentro gli Usa e la Germania sotto controllo”.
Tuttavia, dall’anno della riunificazione tedesca, la Nato ha quasi raddoppiatoil numero dei suoi contraenti, passando dai sedici Stati membri del 1990, agliattuali 28.
 Secondo diversi politici ed analisti non si sarebbe mai dovuti arrivare allo stato attuale, poiché molti russi si sentono ingannati dalla Nato e dall’Occidente e li accusano di non aver rispettato gli impegni assunti durante i negoziati per la riunificazione della Germania, quando la Nato aveva concordato con la morente Urss di non espandersi verso est. 
Il segretario di StatoUsa James Baker aveva, allora, assicurato l’ex leader sovietico MikhailGorbachev , era il febbraio 1990, che la Nato non si sarebbe espansa nemmeno di “un pollice” verso est. 
Tuttavia, tale impegno è stato sistematicamente disatteso e l’alleanza militare dell’occidente ha conquistato uno dopo l’altro quasi tutti i Paesi un tempo membri del Patto di Varsavia.
Nel 1999, hanno aderito all’alleanza la repubblica Ceca, l’Ungheria e la Polonia.
 Il 2004 ha poi registrato la più grande espansione nella storia della Nato con sette nuovi paesidell’Europa orientale che hanno aderito all’alleanza: Bulgaria, Estonia,Lettonia, Lituania, Romania, Slovacchia e Slovenia. 
Nel 2009 è stato infine il turno di Albania e Croazia. 
Questa dinamica ventennale ha finito inevitabilmente per provocare la reazione della Russia, che ora teme le installazioni militari dell’antico nemico alle sue porte, proprio come sta avvenendo in relazione all’insediamento dello 
scudo missilistico Nato al confine russo-ucraino.  
“La comparsa alle nostre frontiere del blocco militare Nato è percepita dai russi come una minaccia “, ebbe già modo di dire il presidente russo Vladimir Putin, a margine del summit con i 26 membri della Nato, nel 2008.
 Putin ha successivamente aggiunto che la promessa occidentale, secondo la quale l’alleanza non costituirebbe un nemico per la Russia e la sua espansione non sarebbe diretta contro di essa è ben lungi dal tranquillizzare Mosca, dato che in passato simili promesse sono state puntualmente eluse dagli occidentali.

http://www.signoraggio.it/dal-1990-la-nato-ha-conquistato-leuropa-orientale-a-suon-di-bugie/

SE VUOI COMMENTARE PREMI IL PULSANTE ROSSO CHAT

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...