"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

lunedì 28 aprile 2014

Celebrazione per una divisione Ss in Ucraina occidentale

Celebrazione per una divisione Ss in Ucraina occidentale

Contrariamente alla raccomandazione, fatta alla vigilia dall’amministrazione regionale di Leopoli, che per quest’anno aveva chiesto non venisse celebrato pubblicamente l’anniversario della creazione della divisione Galizia delle waffen SS, circa cinquecento persone hanno sfilato per le strade della città sotto le bandiere di questa formazione.
 La divisione Galizia, creata nell’aprile del 1943, nell’Ucraina occidentale sotto il controllo delle autorità di occupazione tedesche, fu il risultato di un massiccio arruolamento di volontari ucraini che avevano giurato fedeltà al “fuherer tedesco e comandante supremo” Adolf Hitler.
 Nel giugno del 1943, si contarono ben 80 mila domande di adesione volontaria.
Con ufficiali tedeschi a ricoprire interamente le posizioni chiave di comando, la divisione venne utilizzata in operazioni militari contro la guerriglia partigiana in Francia, Polonia, Jugoslavia e Ucraina occidentale. 
Nonostante, alla fine della seconda guerra mondiale, grazie al processo di Norimberga contro i nazisti, tutti i membri delle divisioni delle waffen Ss furono considerati come criminali di guerra, e le loro organizzazioni vietate, in quanto portatrici di obiettivi criminali, la manifestazione di Leopoli non costituisce affatto il primo caso di esaltazione del nazismo in Ucraina e in Europa. Infatti, proprio nella regione di Leopoli, già nel luglio 2013, ha avuto luogo una solenne cerimonia funebre per i resti di 16 soldati della divisione Galizia, celebrazione nella quale, tra diversi attivisti e rappresentanti del governo locale, si è registrata anche la presenza di un deputato del partito Svoboda (membro dell’attuale esecutivo di Kiev), Oleg Pankevich.
Simili tentativi di riscrivere la storia dell’occupazione nazista in Ucraina, a dire il vero particolarmente frequenti nelle regioni dell’estremo ovest del Paese come la Galizia, assurgono, oggi, ad un ruolo molto pericoloso tenendo conto del divieto, imposto dal nuovo esecutivo di Kiev, di tenere per il 9 maggio l’annuale parata di celebrazione della vittoria sul nazismo. Segno quest’ultimo della crescente influenza dell’estrema Destra sul governo.
http://www.signoraggio.it/celebrazione-per-una-divisione-ss-in-ucraina-occidentale/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...