"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 4 marzo 2014

UN PENSIERO PERSONALE SULLE ESPULSIONI DEL M5S

UN PENSIERO PERSONALE SULLE ESPULSIONI DEL M5S

SI STA FACENDO UNA GUERRA MEDIATICA SULLE ESPULSIONI DEL M5S.
IO NON VOGLIO PARLARE DEL PD E DEI SUOI OLTRE 500 ESPULSI DI CUI NON SI PARLA.
VOGLIO ANALIZZARE IL COMPORTAMENTO DEL M5S
LA VERITA' E' CHE SONO IN GUERRA, SOLI CONTRO TUTTI, E POCHI, UN PO' COME I 300 SPARTANI DI LEONIDA ALLE TERMOPOLI.
L'ELEMENTO CHE A MIO AVVISO LEGA IL PARAGONE CON GLI SPARTANI , E' LA FEDE E LA DETERMINAZIONE CHE AMBEDUE GLI SCHIERAMENTI HANNO NELLE LORO IDEE E NEL BISOGNO COLLETTIVO DEL PAESE NELLE LORO AZIONI
 PER AVERE QUALCHE CHANSE DI VITTORIA L'ESERCITO DEI M5S IN PARLAMENTO DEVE ESSERE COESO E DETERMINATO ALL'UNANIMITA-'GLI ESERCITI CHE HANNO VINTO LE GUERRE SONO SEMPRE STATI QUELLI PIU' DISCIPLINATI E DETERMINATI. 
QUESTO NON TOGLIE CHE L'ASSEMBLEA DEI PARLAMENTARI QUANDO SI RIUNISCE IN PRIVATO, POSSA DAR VOCE A TUTTI I PENSIERI, MA POI QUANDO LA MAGGIORANZA HA DECISO LA LINEA POLITICA DA TENERE, QUANDO SI ESCE IN PUBBLICO DAVANTI AI MICROFONI LA VOCE DEVE ESSERE UNA SOLA, ALL'UNISONO,DEVE ESSERE UN FRONTE COMUNE.
PRIMA DI VARCARE LA SOGLIA PER USCIRE DALL'ASSEMBLEA PRIVATA  CHI NON E' D'ACCORDO O ACCETA DI ANNULLARE IL SUO EGO IN FAVORE DELL'INTERESSE COMUNE DEL MOVIMENTO CHE' E' COMUNQUE UN CONCETTO PRIORITARIO RISPETTO ALLE SUE IDEE PERSONALI, DATO CHE LA MAGGIORANZA HA DECISO IN TAL SENSO PERCHE' E'  CONVINT COMUNQUE DI STARE COMBATTENDO PER LIBERARE UNA NAZIONE DA UNA CASTA OLIGARCHICA E CORROTTA, , O SI DIMETTE PERCHE' SI RENDE CONTO CHE NON E' PANE PER I SUOI DENTI.NESSUNO IN TAL CASO LI POTREBBE DEFINIRE TRADITORI, PERCHE' COMUNQUE NELLA PUREZZA DEL LORO ANIMO,HANNO RITENUTO IMPOSSIBILE ADEGUARSI ALLA DECISIONE DELLA MAGGIORANZA, QUINDI SI DIMETTONO, IN QUEL CASO APPLAUSI PER LA COERENZA -
IL PROBLEMA E' QUANDO IN PUBBLICO VUOI FAR PREVALERE IL TUO EGO PERSONALE CONTRO LA COLLETTIVITA', IN QUESTO CASO SIGNIFICA CHE SEI INCAPACE DI ANTEPORRE IL BENE COLLETTIVO DEL MOVIMENTO AL TUO INTERESSE PERSONALE, QUINDI IN VIRTU' DI CIO' NON SEI IN GRADO DI METTERTI AL SERVIZIO DELLA MAGGIORANZA DEL MOVIMENTO E QUINDI DEL TUO PAESE PER IL QUALE STAI E DEVI LOTTARE COME UN LEONE E GUARDARTI A VICENDA LE SPALLE CON E DEI TUOI COMPAGNI, PERCHE' SAI DI ESSERE POCHI.
FARE CRITICHE DAVANTI AI MICROFONI, IN QUEST'EPOCA SIGNICA APRIRE UNA BRECCIA NEL MOVIMENTO, DELEGITTAMARE ITUOI COMPAGNI, E INSTILLARE DUBBI NELL'ELETTORATO,IN PAROLE POVERE STAI DIVENTANDO UN CAVALLO DI TROIA DEGLI AVVERSARI DEL MOVIMENTO E DEL PAESE.
PER QUESTO SONO STATI ESPULSI, E IN QUESTO CASO SENZA ONORE, PERCHE' CHI NON HA L'UMILTA' DI FARE AUTOCRITICA NEMMENO A POSTERIORI E CHIEDERE SCUSA DEL DANNO ARRECATO ANCHE SE MAGARI IN BUONA FEDE, NON PUO' AVERE NE ONORE E NE MANDATO PER RAPPRESENTARCI
AVANTI COSI' SENZA DUBBI E SENZA TENTENNAMENTI, SOLAMENTE UNITI E COESI POSSIAMO ASFALTARLI,L'UNITA' E LA COMPATTEZZA E' L'UNICA ARMA CHE LI PREOCCUPA VERAMENTE, IL LORO IMPERATIVO, :DISTOGLIERE E DIVIDERE, NOI DOBBIAMO FARE L'OPPOSTO-
NON LO SO SE VINCEREMO, CERTO E' CHE DOBBIAMO METTERCI IN CONDIZIONI DI PROVARCI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...