"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 11 marzo 2014

Quote rosa, che vergogna!

Quote rosa, che vergogna!

Se io fossi una donna, e non lo sono, sarei parecchio indignata su tutta questa questione di come vengono trattate le cosiddette quote rosa. Ma ti pare che nel Terzo Millennio dobbiamo stare ancora qui a discutere sulla percentuale di donne che devono essere presenti in un luogo piuttosto che in un altro? 
I nostri cari politici, evidente espressione di un tessuto sociale tutto sommato ancora arcaico e primitivo, se ne sono sempre sbattuti bellamente, nella pratica delle loro attività.
Hanno distrutto lo stato sociale, distrutto i frutti di cent’anni di lotte operaie e di diritti acquisiti, che se tornasse al mondo mia nonna, bracciante agricola emiliana, che prendeva le sciabolate dalla cavalleria per le ‘otto ore‘, tornerebbe a lottare con tutte le sue forze.
 Sindacati e partiti hanno contribuito a creare lo scempio che stiamo vivendo, senza fiatare. Dov’era la Camusso, quando in Italia si scivolava rapidamente verso ‘nuovi tipi di mobilità’?
 Quelli che hanno relegato nei call center, sottopagati e sfruttati milioni di lavoratori, in maggioranza donne.
 Dov’era Matteino Renzi, mentre il suo partito favoriva queste condizioni di degrado?
E adesso, perché fa comodo mediaticamente, ci vengono a parlare di ‘quote rosa‘.
 Vergognatevi!! 
Andateci voi a lavorare in un call center, smettetela di supportare sciacalli come Marchionne, che ricattano i lavoratori, non solo le donne. 
E se vedessimo di operare più dignità a tutti i lavoratori nel loro complesso? Non dovrebbe nemmeno essere in discussione la parità di opportunità, per uomini e per donne.
 Non dovrebbe nemmeno essere in discussione la dignità ed il rispetto per OGNI essere umano.
 Quindi smettiamola di lavarci la coscienza con patteracchi mal fatti e mal gestiti, maschera del vostro essere imbelli.
Andatevene, sciacalli d’Italia, levatevi di torno, date spazio vero alle categorie sociali, alla democrazia di base, che oggi in Italia per riuscire a votare veramente bisogna andare a rogito, e vedrete che la troviamo da soli la strada per realizzare la parità di diritti, se non lo sapete, è già prevista nella Costituzione.
L’Italia non ha più bisogno di voi, l’avete già rovinata abbastanza!


http://www.primapaginadiyvs.it/quote-rosa-che-vergogna/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...