"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

venerdì 21 marzo 2014

In Italia ci sono 90 Bombe Atomiche e 113 Basi degli Stati Uniti

In Italia ci sono 90 Bombe Atomiche e 113 Basi degli Stati Uniti


by tiziano bruni
Il trattato di non proliferazione nucleare in corso al Palazzo di Vetro dell’Onu a New York, ha chiesto lo smantellamento delle armi nucleari americane in
Europa e in particolare in Italia.
 Dal momento che “l’utilizzo di armi nucleari da parte degli Usa ha scatenato una corsa al nucleare”, gli Stati Uniti “usano la minaccia nucleare contro altri Paesi, compreso l’Iran”.
Una richiesta che “mette il dito nella piaga” costituita dalla paradossale situazione esistente ancora oggi, a oltre 60 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, in stati come Italia, Germania e Giappone, deprivati della propria sovranità e ridotti al ruolo di colonie degli Stati Uniti.
 Colonie deputate a ospitare basi militari di varia natura ed armamenti di ogni tipo fra cui una considerevole quantità di testate nucleari.
Basti pensare che gli Usa mantengono nel mondo circa 850 basi, 500 delle quali in Europa e 113 in Italia, escludendo quelle segrete di cui non è nota l’ubicazione. 
Proprio in Europa sono allocate 480 bombe nucleari, di cui 90 sul suolo italiano.
 L’Italia versa ogni anno nelle casse statunitensi una cifra nell’ordine del mezzo miliardo di dollari, per coprire il 41% dei costi delle basi Usa e delle truppe americane presenti nel nostro paese.
Posti di fronte alla richiesta e incapaci di produrre una qualsiasi riflessione di un qualche spessore, i componenti della delegazione italiana e delle altre delegazioni europee hanno scelto la via della fuga (che sempre si confà ai pavidi e agli impostori) abbandonando l’aula in segno di protesta.
Protesta per cosa?
 Solamente per qualcuno che ha avuto il coraggio di dire la verità, quella verità che da 65 anni una classe politica servile al proprio padrone a stelle e strisce continua a sottacere a tutti gli italiani.
Inoltre stando ad un rapporto del 2003 sul suolo italiano ci sono 113 Basi Militari USA e NATO.
Ecco dove sono posizionate le 113 Basi Americane in Italia:

Le sigle
Usaf: aviazione
Navy: marina
Army: esercito
Nsa: National security agency [Agenzia di sicurezza nazionale]
Setaf: Southern european task force [Task force sudeuropea]
Trentino – Alto Adige
1. Cima Gallina (BZ). Stazione telecomunicazioni e radar dell’USAF.
2. Monte Paganella (TN). Stazione telecomunicazioni USAF.
Friuli – Venezia Giulia

3. Aviano (PN). La più grande base avanzata, deposito nucleare e centro di telecomunicazioni dell’USAF in Italia (almeno tremila militari e civili americani). Nella base sono dislocate le forze operative pronte al combattimento dell’USAF (un gruppo di cacciabombardieri) utilizzate in passato nei bombardamenti in Bosnia. 
Inoltre la 16a Forza Aerea ed il 31° Gruppo da caccia dell’aviazione USA, nonché uno squadrone di F-18 dei Marines. 
La base ospita, in bunker sotterranei la cui costruzione è stata autorizzata dal Congresso, 50 bombe nucleari. 
 Qui l’inchiesta di RAINews24.

4. Roveredo (PN). Deposito armi USA.

5. Rivolto (UD). Base USAF.

6. Maniago (UD). Poligono di tiro dell’USAF.

7. San Bernardo (UD). Deposito munizioni dell’US Army.

8. Trieste. Base navale USA.

Veneto
9. Camp Ederle (VI). Quartier generale della NATO e comando della SETAF della US Army, che controlla le forze americane in Italia, Turchia e Grecia. In questa base vi sono le forze da combattimento terrestri normalmente in Italia: un battaglione aviotrasportato, un battaglione di artiglieri con capacità nucleare, tre compagnie del genio. Importante stazione di telecomunicazioni. I militari e i civili americani che operano a Camp Ederle dovrebbero essere circa duemila.

10. Vicenza. Comando Setaf. Quinta Forza aerea tattica (USAF). Probabile deposito di testate nucleari. Qui le foto della manifestazione del 17 febbraio 2007.

11. Tormeno (San Giovanni a Monte, VI). Depositi di armi e munizioni.

12. Longare (VI). Importante deposito d’armamenti.

13. Oderzo (TV). Deposito di armi e munizioni.

14. Codognè (TV). Deposito di armi e munizioni.

15. Istrana (TV). Base USAF.

16. Ciano (TV). Centro telecomunicazioni e radar USAF.

17. Verona. Air Center (USAF) e base NATO delle Forze di Terra del Sud Europa. Centro telecomunicazioni USAF.

18. Atti (Vr). Centro telecomunicazioni USA.

19. Lunghezzano (Vr). Centro radar USA.

20. Erbezzo (Vr). Antenna radar NSA.

21. Conselve (PD). Base radar USA.

22. Monte Venda (PD). Antenna telecomunicazioni e radar USA.

23. Venezia. Base navale USA.

24. Sant’Anna di Alfaedo (PD). Base radar USA.

25. Lame di Concordia (VE). Base di telecomunicazioni e radar USA.

26. San Gottardo, Boscomantivo (VE). Centro telecom

fonte: http://italian.irib.ir/analisi/articoli/item/156150-in-italia-ci-sono-90-bombe-atomiche-e-113-basi-degli-stati-uniti

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...