"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 13 marzo 2014

Il libro dei sogni di Matteo Renzie

Il libro dei sogni di Matteo Renzie

Il neo premier annuncia il piano per lo sviluppo, in pompa magna, ricalcando il tanto vituperato stile del Cavaliere fatto di tanta demagogia: abbassamento della cedolare secca sugli affitti dal 15% al 10%, aumento delle detrazioni e degli sgravi fiscali per i redditi lordi che non superano i 15.000 Euro attraverso un’ipotesi di taglio dell’IRPEF, abbattimento del cuneo fiscale, agevolazioni per le imprese che assumono.
Insomma, un vero e proprio libro dei sogni che suscita diffidenze e perplessità da parte di imprese e sindacati e che pone molti interrogativi su dove saranno reperite le coperture per 20 miliardi.
 Si parla di tagli alla spesa pubblica, ad un ampliamento del debito pubblico e dei famigerati parametri di Maastricht, sino al rientro di capitali. 
Appare chiaro che si tratta di obiettivi molto ambiziosi che si scontreranno sicuramente non solo e non tanto con gli scogli rappresentati dalle parti sociali, ma sopratutto con i diktat provenienti da Bruxelles e Berlino, che di sforamento dei rapporti deficit/PIL e debito pubblico/PIL proprio non ne vogliono sapere!

Franco Svevo


http://www.signoraggio.it/il-libro-dei-sogni-di-matteo-renzie/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...