"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 2 marzo 2014

"Che ci faccio in questo sacco nero?": morto si risveglia alle pompe funebri

"Che ci faccio in questo sacco nero?": morto si risveglia alle pompe funebri

L'uomo, un agricoltore 78enne, è stato dichiarato morto mercoledì sera.
 Ma all'arrivo alle pompe funebri il suo cuore ha ricominciato a battere
Walter Williams in ospedale
LEXINGTON - Nel suo paese, nel Missisipi, è già diventato "l'uomo che è tornato dalla morte".
Perché per tutti Walter Williams, agricoltore 78enne, era deceduto mercoledì sera. 
Lo era per la sua famiglia, che stava già preparando la casa per il funerale.
 E lo era soprattutto per i lavoratori della "Porter and Sons Funeral Home", l'agenzia di pompe funebri che si stava occupando di sistemare al meglio il corpo per l'ultimo saluto. 
Ma proprio mentre gli impiegati cacciavano il cadavere dal classico sacco nero per "imbalsamarlo", l'uomo si è mosso
. Prima un dito, poi la mano, poi si è alzato. 
Ora è ricoverato all'ospedale di Lexington dove le sue condizioni migliorano giorno dopo giorno. 
I medici non riescono ancora a spiegarsi come mai Walter sia in ospedale. Vivo e vegeto
.Probabilmente il mercoledì sera in cui era stato dichiarato morto il suo pacemaker si era "staccato" per alcuni secondi.
 Prima di ricominciare a funzionare nel sacco nero delle pompe funebri.


http://www.today.it/rassegna/morto-si-risveglia-pompe-funebri.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...