"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 19 marzo 2014

Assad riprende il controllo del confine col Libano

Assad riprende il controllo del confine col Libano

Yabroud è considerata di
importanza cruciale non solo per le truppe lealiste dell’esercito di Assad ma
anche
per Hezbollah: è da questa città, infatti, che negli ultimi mesi sarebbero
partiti gli auto convogli kamikaze responsabili degli attentati esplosivi che
hanno colpito i bastioni di Hezbollah in Libano.

L’esercito era entrato nella
città due giorni fa, dopo settimane di assedio. “Le nostre coraggiose forze
armate hanno il pieno controllo di Yabroud e stanno ispezionando quartiere per
quartiere alla ricerca di ordigni esplosivi lasciati dai terroristi” ha detto
un portavoce militare. Si tratta di una conquista strategica importante per il
governo del presidente Bashar al Assad, mentre il paese è entrato nel quarto
anno dall’inizio delle rivolte, represse con violenza e sfociate in un
conflitto armato che ha provocato più di 100 mila vittime e oltre due milioni e
mezzo di profughi.

La riconquista della città, ultimo grande centro nella regione
montagnosa di Qalamoun sotto controllo dei ribelli, taglia infatti la via dei
rifornimenti ai gruppi armati e ripristina il controllo di Damasco lungo la
frontiera con il Libano. Più in generale, i militari
lealisti stanno spingendo ai margini delle città le fazioni ribelli, assumendo
in sostanza in controllo operativo dei principali centri abitati.

La capitale Damasco è
sostanzialmente stata ripresa. Le possibilità di un assalto delle opposizioni
sono minime. Il presidente ha anche avviato una controffensiva mediatica,
incontrando le migliaia di sfollati nel sobborgo di Adra. Un fattore di
successo, come già detto, è sicuramente il sostegno militare offerto dai
miliziani di Hezbollah, che in numero occasioni sono stati decisivi negli
scontri armati contro i fondamentalisti, e dall’Iran. Tuttavia, il maggior punto di forza di Assad, in questo momento,
sembrerebbe essere proprio la debolezza dei suoi avversari, con l’opposizione
implosa in mille gruppi estremamente litigiosi ed impegnati soprattutto a farsi
guerra reciprocamente.

http://www.signoraggio.it/assad-riprende-il-controllo-del-confine-col-libano

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...