"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 20 febbraio 2014

Sanremo, Costanzo: "Una scenografia triste e anche Fazio si muove con disagio"

Sanremo, Costanzo: "Una scenografia triste e anche Fazio si muove con disagio"

Neanche il giornalista risparmia il Festival di Fazio. 
Unica nota positiva Francesco Renga, il suo favorito
Questo Festival di Sanremo proprio non piace. 
Il crollo degli ascolti della seconda serata parla chiaro: 4 milioni di telespettatori in meno rispetto alla prima per un misero 33,95% di share, considerndo che si tratta dell'evento mediatico italiano dell'anno.
Neanche gli "addetti ai lavori" promuovono Fazio&co e dopo la stoccata di Pippo Baudo, arriva qualche parolina anche da un altro gigante della televisione, Maurizio Costanzo: "Il calo di ascolti penso sia fisiologico, anche se la seconda puntata è stata decisamente meglio della prima, vuoi per la presenza delle Kessler, vuoi per lo stesso Santamaria che ha aperto - ha detto il giornalista ai microfoni di 'Password" programma di Rtl con Nicoletta e Gabriele Parpiglia - 
Quello che contesto un pò è la profonda tristezza della scenografia, ma lo stesso Fazio vestito di nero si muove con disagio. 
Hanno messo quell'orchestra lì dentro, non ha senso, è come se lo facessero tutto in proscenio il Festival.
 Questa è la mia impressione sulla seconda serata, che comunque ritengo un po' migliore della prima".
Sulle canzone niente da dire (almeno quelle): 
"Le musiche e le canzoni non sono malaccio - ha concluso Costanzo - Per me sul podio Francesco Renga e al secondo posto metto la seconda canzone di Arisa".

http://www.today.it/media/sanremo-2014/sanremo-maurizio-costanzo-rtl-scenografia-triste.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...