"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

martedì 11 febbraio 2014

Quella che per Berlusconi potrebbe essere una “benedizione”

Quella che per Berlusconi potrebbe essere una “benedizione”

Si avvicina per Berlusconi il momento della verità nel confronto con la magistratura che avrà come conseguenza anche quella di delineare meglio quelli che saranno gli sviluppi della politica nostrana, comprese le alleanze, il ruolo che rivestirà Renzi in una nuova compagine neanche troppo lontana e la durata del Governo Letta.
Silvio Berlusconi dovrà infatti affrontare il 10 aprile e il 25 maggio quell’udienza al Tribunale di Milano dalla quale dipenderà la sua libertà di azione e le tanto temute quanto attese elezioni europee.
 In cima ai pensieri del Cavaliere però in questi giorni vi sono le possibili strategie da portare a termine con i suoi legali per uscire nel miglior modo possibile da questa brutta vicenda che rischia di tenerlo fuori dai giochi in un momento così critico per il Paese e la politica nostrana. 
Cosa potrebbe succedere al Cavaliere?
 Le ipotesi tutt’ora maggiormente in auge sono due. 
I magistrati che dovranno pronunciarsi sull’attuazione della pena per la condanna definitiva dei processo Mediaset potrebbero decidere o di affidarlo ai servizi sociali o condannarlo agli arresti domiciliari. 
Se dovessimo aprire le scommesse su quale delle due pene verrà comminata noi propenderemmo sicuramente su quella di affidarlo ai servizi sociali, in quanto è quella che più volte sembra essere stata consigliata anche dallo stesso Napolitano, in cui in una nota ricordò che “va ribadito che la normativa vigente esclude che Silvio Berlusconi debba espiare in carcere la pena detentiva irrogatagli e sancisce pene alternative, che possono essere modulate tenendo conto delle esigenze del caso concreto”.
In questo caso Berlusconi mettendo da parte quella che per lui sarebbe una questione di “umiliazione” si rende conto però che i servizi sociali potrebbero tornare a suo favore traducendosi in un ritorno d’immagine e quindi sondaggi in vista delle Europee in netto rialzo. 
Calcoli che circolano da Palazzo Grazioli confermano cifre di tre punti in più in percentuale se i magistrati propendessero per domiciliari. 
E così anche in questo caso, il Cavaliere nonostante i continui attacchi ne uscirebbe rafforzato comunque.

Guerriero del Risveglio
http://www.signoraggio.it/quella-che-per-berlusconi-potrebbe-essere-una-benedizione/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...