"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

giovedì 20 febbraio 2014

"Non licenziate i nostri papà": il dramma della crisi nei disegni dei bambini

"Non licenziate i nostri papà": il dramma della crisi nei disegni dei bambini

I figli dei dipendenti di un'azienda torinese hanno realizzato una serie di "ritratti di vita", raccolti in un video struggente, per raccontare il dramma dei loro genitori che hanno perso il lavoro
Uno dei disegni realizzati dai bambini
TORINO - "Mio papino, non c'è bisogno che piangi di nascosto, perché anche se davanti a tutti noi sorridi io ho capito tutto. Stai tranquillo, ci sarò anch'io nelle tue lotte perché non lascerò mai la mano che tu stringi per 11 anni". Firmato "figlia di un dipendente".
A Collegno, in provincia di Torino, sono i bambini a raccontare la crisi economica che stritola il Paese e "annienta" le persone. Lo fanno nel modo più semplice e naturale possibile, prendendo un paio di fogli bianchi, pennarelli colorati e disegnando quello che vedono: una vita priva di soddisfazioni. I loro "ritratti di vita" sono stati raccolti in un video pubblicato su YouTube: il risultato è struggente
I bambini che raccontano a modo loro il bisogno di uscire fuori da questa crisi sono i figli dei dipendenti della Fivit Colombotto di Collegno, l'ennesima azienda torinese specializzata in
produzione di viti e bulloni per elettrodomestici che chiude i battenti e lascia a casa 82 persone. Inevitabile che ad accorgersi del dramma siano anche loro, i più piccoli e innocenti.
IL DRAMMA NEI DISEGNI DEI BAMBINI
Perché anche comprare una maglietta nuova o un pezzo di cioccolato è diventato faticoso: i bimbi disegnano i beni di primario consumo e li barrano con una grossa "X", perché i loro genitori non riescono ad acquistare neanche quelli. Perché "state rovinando i nostri sogni", scrivono Giulia di sei anni e Francesco di tre. Un segnale forte, perché spesso i bambini vedono più di quello che dovrebbero vedere. E lo sanno che i loro genitori non sono numeri e che "il lavoro è un diritto di tutti", come scrivono Sara e Gianluca. 


http://www.today.it/citta/disegni-bambini-licenziati-fivit-collegno-torino.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...