"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 9 febbraio 2014

Allerta Meteo – Furia ciclonica dall’Atlantico all’Italia, lunedì 10 si rischia il disastro…

Allerta Meteo – Furia ciclonica dall’Atlantico all’Italia, lunedì 10 si rischia il disastro…

www.meteoweb.eu
Evoluzione meteo particolarmente preoccupante per i prossimi giorni sull’Italia: nel weekend avremo altre due rapide perturbazioni atlantiche che porteranno grossi sbalzi termici, forti piogge e nubifragi in tutte le Regioni tirreniche, al nord/est e anche al sud, ma soprattutto tra Liguria e Toscana. 
Come possiamo osservare dalle immagini a corredo dell’articolo, è impressionante la furia ciclonica che dall’Atlantico si muove verso l’Italia: l’oceano continua a sfornare di giorno in giorno profonde perturbazioni che vanno a colpire prima di tutto Portogallo, Spagna, Francia e isole Britanniche, che stanno vivendo un inverno mite ma eccezionalmente piovoso e ventoso (vedi i danni delle ultime ore).
Questa situazione è un “leitmotiv” di questa stagione invernale, lo stesso copione che si ripete in continuazione da fine novembre fino ad oggi e così si ripeterà ancora almeno fino a metà febbraio. Nelle ultime ore le immagini satellitari (ne pubblichiamo alcune a corredo dell’articolo) ci regalano l’ennesimo ciclone atlantico che va ad impattare proprio sulle coste dell’Europa occidentale: da lì nelle prossime ore verrà pompata in continuazione aria umida e perturbata verso il Mediterraneo centrale e quindi sull’Italia, al punto da alimentare forte maltempo e precipitazioni abbondanti. Le temperature si manterranno superiori alle medie del periodo, decisamente miti. Solo sulle Alpi e al nord/ovest la neve cadrà a quote medio/basse, ma già sull’Appennino tosco/emiliano la “dama bianca” riuscirà a destarsi soltanto oltre i 1.400 metri (ancora più in alto, invece, al centro/sud).
Particolarmente preoccupante la situazione perlunedì 10 febbraio, quando – dopo le forti piogge del weekend – un nuovo fronte perturbato proveniente da ovest porterà nuove bombe d’acqua su tutto il centro/nord (vedi immagine affianco). La situazione è davvero molto seria e decisamente preoccupante: cadrà tantissima pioggia nelle zone già duramente provate dal maltempo degli ultimi giorni e delle ultime settimane. Tutti i corsi d’acqua andranno per l’ennesima volta in piena, ed è alto il rischio di esondazioni che potrebbero provocare nuove inondazioni in modo particolare su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana eLazio.
Sono queste, infatti, le Regioni a più alto rischio, dove il pericolo è quello di un vero e proprio disastro. Il territorio, infatti, è già provato dal maltempo estremo dei giorni scorsi che ha provocato danni gravissimi, e i corsi d’acqua sono già tutti gonfi. Inoltre il terreno non riesce più ad assorbire acqua, di quanto ne è zuppo, e l’arrivo di altre piogge torrenziali con accumuli ingenti in poco tempo non potrà che compromettere ulteriormente una situazione già delicata. Massima attenzione, quindi, a partire dai provvedimenti di auto-protezione. Ad esempio, a meno che non sia strettamente necessario, è consigliabile non mettersi in viaggio nelle zone a rischio ed evitare azzardi di incoscienza. 
L’allerta meteo è già chiara, ed è di livello massimo.

http://www.meteoweb.eu/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...