"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

venerdì 24 gennaio 2014

Un essere mostruoso di dimensioni abnormi, emetteva suoni striduli così acuti da aver terrorizzato i componenti di una squadra di Vigili del Fuoco intervenuti in provincia di Caserta dopo i disastri causati dal maltempo.

Un essere mostruoso di dimensioni abnormi, emetteva suoni striduli così acuti da aver terrorizzato i componenti di una squadra di Vigili del Fuoco intervenuti in provincia di Caserta dopo i disastri causati dal maltempo. 

(Signini)
Un essere mostruoso di dimensioni abnormi, emetteva suoni striduli così acuti da aver terrorizzato i componenti di una squadra di Vigili del Fuoco intervenuti in provincia di Caserta dopo i disastri causati dal maltempo.
Un essere mostruoso di dimensioni abnormi e pesantissimo, dopo essere stato scovato al di sotto di una pianta di palma divelta dal maltempo, ha emesso suoni striduli così acuti da aver terrorizzato i componenti di una squadra di Vigili del Fuoco intervenuta in provincia di Caserta dopo i disastri causati dalle copiose piogge. 
Non si tratta di un mostro da film hollywoodiano, bensì di una reale mega-larva vivente di “punteruolo rosso”, il tristemente noto parassita che si annida nel cuore di accrescimento delle palme e ne determina la morte nel giro di breve.
 Tutti i litorali italici e le aree dell’entroterra posizionate a quote favorevoli alla proliferazione del parassita di origine asiatica, sono stati interessati dal problema. 
Milioni sono le palme decedute. 
Un danno immane che, dalla Sicilia alla Liguria, ha finito col modificare l’aspetto del paesaggio, deturpandolo per sempre. Ora, proprio al di sotto di una palma campana situata nell’area di Capriati al Volturno (CE), l’area dei veleni sotterrati con la compiacenza delle alte cariche di questo Stato di corrotti, emerge il mostro. 
E c’è ancora chi si domanda come sia potuto crescere così a dismisura. 
Ma nessuno/a è per ora stato sfiorato dalla vera domanda da porsi:
 come mai il numero dei neonati ammalati e malformati che vengono alla luce in quelle aree avvelenate senza più speranza cresce sempre di più e nessuno ne parla?

http://www.signoraggio.it/terra-dei-fuochi-i-disoccupati-assaltano-ed-occupano-il-comune-di-acerra-2/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...