"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

sabato 18 gennaio 2014

Ma avete sentito? Ancora sulle bestie di satana…

Ma avete sentito? Ancora sulle bestie di satana…

Stava succedendo qualcosa, era nell’aria. 
In questi casi, di solito si dice “me lo sentivo”, ma in realtà non ho sentito proprio niente…solo che dentro di me c’era un movimento animato che mi diceva di agire e fare qualcosa…
Ho conosciuto Gino a maggio del 2013 attraverso una mia proposta di comunicazione istituzionale, anche se poi, non si è riuscito a convenire nulla di costruttivo.
Tra venerdì e sabato scorso qualcosa dentro di me insisteva affinché io lo ricontattassi e così ho fatto…ci siamo sentiti domenica mattina…ma ancora niente di concreto.
Mi sono detta: “No, devo insistere! ”Così, finalmente, il giorno seguente ci siamo sentiti di nuovo al telefono e lui mi ha illuminato: “scrivi un articolo!”
Cari amici e amiche del Blog di Gino, mi occupo di innovazione, comunicazione, creatività e ricerca sociale; sono un’antropologa/sociologa trainer ma, soprattutto, sono una mamma.
Così, interessandomi della salute e del benessere di mia figlia, ho aderito alla richiesta di far parte della commissione mensa della scuola di frequenza.
Una commissione composta da alcune mamme rappresentanti, le insegnanti, la rappresentante d’istituto e la responsabile nonché titolare della cooperativa che fornisce il servizio mensa alle varie scuole: una donna affascinante, con due occhi azzurri pieni di luce, determinata, appassionata, attenta ai bisogni degli altri, pronta e disponibile nelle esigenze delle mamme e delle insegnanti!
Alla prima riunione si è presa le colpe di tutto quello che c’era di difettoso nel servizio mensa, con un’apertura nei confronti della commissione straordinaria. 
Alla seconda e, ahimè, ultima riunione, avvenuta lo scorso venerdì, è stata ancora più disponibile…personalmente, mi sono accorta di questa disponibilità e ho avuto l’impressione che lei si facesse carico anche di cose che andavano oltre i suoi doveri professionali, quasi come se si sentisse responsabile di ogni cosa. 
Tant’è che, in concordanza con le altre mamme e la rappresentante d’istituto, abbiamo richiesto una riunione straordinaria con il comune per la possibilità di allargare il budget per la mensa, di modo tale che lei fosse messa nelle condizioni di operare al meglio delle sue possibilità.
 Ancora una volta, lei ha ribadito che è nel suo lavoro l’impegno di fare le cose al meglio, nonostante le difficoltà o, forse, grazie anche a queste.
Ma…cosa c’entrano le bestie di satana in tutto questo???
Bhé…mi sono sorpresa anch’io della notizia.
 Difatti, mi chiedevo come mai una donna così bella ed attraente, che dimostra una vitalità giovanile, oltre la sua età anagrafica, si prendesse dei carichi di responsabilità così “pesanti” e, soprattutto si vestisse completamente di nero, addirittura le unghie pitturate di nero; comunque, sempre con un’eleganza da vera signora con un tocco quasi “antico”, come se volesse dimostrare ancora più anni dei suoi effettivi.
 Come mai questo look? 
Se penso all’alimentazione, a me vengono in mente tanti bei colori sgargianti…
Il fatto sta che questa mattina, una mamma della commissione mi ha telefonato dandomi la notizia della sua morte.
Tra la notte di sabato e domenica, uccisa dal monossido di carbonio (probabilmente di una vecchia stufa)…
Mamma mia…è veramente sorprendente la vita! 
Un giorno parli con una persona e il giorno dopo…con un colpo di spugna tutto svanisce…
Ma non è finita!! 
Ho cercato la notizia (che avevo tra l’altro intravisto, ma a cui non avevo fatto caso) su varesenews ed eccola là:
Morta Cristina Lonardoni, madre di Elisabetta Ballarin, in carcere con la condanna alla reclusione di 22 anni per essere coinvolta nell’uccisione tramite le bestie di satana di Mariangela Pezzotta.
Scioccante!!! Quanti arcani…quante connessioni…
Questa donna, con la figlia in carcere accusata di omicidio, è stata davanti anche a me disponibile, attenta, premurosa al fine di far mangiare anche a mia figlia qualcosa di buono e sano! Lei, proprio lei, che avrebbe potuto tormentarsi dal dolore e rinchiudersi in casa…invece battagliera come non mai, senza far trasparire nulla di insolito….
Certo che non conosciamo mai abbastanza le persone. 
Tutti i giorni ci relazioniamo con gli altri e le altre, senza sapere mai quali tribolazioni abbiano passato…
Se non fossi mai andata alla commissione mensa e lei non avesse avuto questo incidente, non avrei forse mai saputo niente. 
L’unica cosa che ho sentito, non ho l’idea del perché, è stata quella di ringraziarla in qualche modo per ciò che stava facendo per noi. 
La conclusione della seconda riunione è stata difatti carina perché, rispetto alla prima, c’è stato anche del dialogo amichevole tra le mamme e lei.
Una cosa sulle bestie di satana: forse non tutti sanno che l’Avv. Paolo Franceschetti è riuscito a scagionare un ragazzo accusato di essere un omicida per la bestie di satana, dimostrando con i fatti che le accuse non reggevano.
C’è ancora tanto da scoprire su queste storie.
 Sta venendo a galla che, probabilmente, queste vicende nascondono fatti “altri”.
 Essendo all’inizio della mia carriera come antropologa, non posso di certo fare delle affermazioni; 
ma l’idea che ci può essere dietro a livello culturale e sociale, per quanto concerne le discipline di cui mi occupo, è che mancando un vero tessuto di rete e solidarietà sociale concreto e vitale, non giudicante e non discriminante, ma accogliente le diversità e i talenti individuali, possano nascere dei “ghetti” di protesta contro un sistema generale di massa omologata, giudicante e discriminatoria.
Questo è un argomento molto vasto e da trattare con adeguata precisione.
Non so se riesco ad essere più presente in questa particolare vicenda; sicuramente provo a contattare l’Avv. Paolo Franceschetti, persona molto disponibile, e probabilmente fare un cordoglio con le altre mamme.
Vi lascio per il momento con una riflessione umana: ascoltiamo di più chi abbiamo vicino, chissà che storie ha da raccontarci! Vi prometto, inoltre, di tenervi aggiornati/e se dovessero esserci delle novità e, se ciò che scrivo è di vostro interesse, rimaniamo in contatto qui sul Blog con altri articoli a rilevanza sociale e culturale!

Sara Ossola, the Innovation LADY
http://www.signoraggio.it/ma-avete-sentito-ancora-sulle-bestie-di-satana/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...