"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 22 gennaio 2014

Le prime fughe

Le prime fughe

 (Guerriero del Risveglio)
Renzi è riuscito non solo a Rottamare i vecchi del Pd, in questi giorni ha accompagnato alla porta anche altri esponenti legati a Bersani e D’Alema
Come era prevedibile dopo l’affronto di Renzi sulla Legge Elettorale le tensioni avvenute durante la Direzione del partito svoltosi dopo pochi giorni dall’accordo siglato con il Cavaliere
hanno portato a delle nuove dimissioni.
 Questa volta a decidere di alzare la testa e andarsene è stato Gianni Cuperlo cha ha lasciato la carica di presidente del Pd. Nella lettera aperta al Segretario del Pd Cuperlo spiega le motivazioni del suo gesto “Ancora ieri, e non per la prima volta, tu hai risposto a delle obiezioni politiche e di merito con un attacco di tipo personale” quindi sottolineando che non si tratta di una decisione presa a causa del “rancore” ribadisce che si è dimesso “perché voglio bene al Pd e voglio impegnarmi a rafforzare al suo interno idee e valori di quella sinistra ripensata senza la quale questo partito semplicemente cesserebbe di essere”. Che la scissione preannunciata da qualche spiffero di Palazzo sia quindi reale è dimostrato anche da queste parole di Cuperlo che affonda il coltello nella piaga “ voglio avere la libertà di dire sempre quello che penso. Voglio poter applaudire, criticare, dissentire, senza che ciò appaia a nessuno come un abuso della carica che per qualche settimana ho cercato di ricoprire al meglio delle mie capacità”. A scatenare questa baruffa in casa Pd sarebbero state le critiche di Cuperlo andate di traverso a Renzi e ai suoi uomini. L’ormai ex presidente democratico aveva infatti osato esprimere il suo dissenso sulla riforma elettorale ”Non risulta ancora convincente” perché “non garantisce la rappresentanza adeguata” né “il diritto dei cittadini di scegliere gli eletti né una ragionevole governabilità”. Punto sul vivo proprio sulla sua neo creatura Renzi molto irritato aveva risposto a Cuperlo in maniera sarcastica ”Questo tema l’avrei voluto sentire quando vi siete candidati senza passare dalle primarie la scorsa volta”. Da qui in poi il resto è storia come l’ormai ex presidente del Pd. Che Renzi abbia preso a modello più che Berlinguer, Mussolini e abbia confuso la destra con la sinistra sembra ogni giorno più probabile…

Guerriero del Risveglio
http://www.signoraggio.it/le-prime-fughe/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...