"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 19 gennaio 2014

Gli italiani le tasse le meritano: preferiscono crepare pur di non cambiare..

Gli italiani le tasse le meritano: preferiscono crepare pur di non cambiare.. 

(Alfonso Luigi Marra)

Letta sarà pure un criminale bilderberghino che agisce su mandato delle banche, ma è incredibile che, in relazione alla legge di stabilità così come in qualunque altra occasione, non si alzi nessuno – nemmeno uno – dai banchi di un qualunque partito a dire che per trovare tutti i soldi che si vogliono ci vuole semplicemente una legge che vieti l’anatocismo, le commissioni di massimo scoperto, l’accredito differito dei versamenti, i tassi passivi ultralegali e
tassi attivi sub legali: una legge che causerebbe lo spostamento di sei settecento miliardi di euro l’anno dalle tasche delle banche a quelle dei cittadini.

Ora, è vero che questo significa che tutti i partiti sono in realtà al servizio delle banche, così come tutta l’informazione, i sindacati eccetera, ma come mai queste cose non le dicono nemmeno i cittadini in internet?

La risposa non può più essere che non lo sanno, perché signoraggio.it e il PAS lo hanno detto in tutti i modi, e milioni di italiani lo hanno letto o ascoltato dai video, la risposta è che la gente non vuole cambiare, che preferisce crepare che cambiare.

Gente tra cui ci sono 300.000 avvocati, 10.000 magistrati e non so quanti milioni tra laureati, diplomati, giornalisti, politici, sindacalisti e insomma persone che quando piace a loro capiscono e sanno tutto.

Il malessere odierno non è un fenomeno economico, ma un fenomeno psichiatrico di massa.

24.12.13

Alfonso Luigi Marra
http://www.signoraggio.it/gli-italiani-le-tasse-le-meritano-preferiscono-crepare-pur-di-non-cambiare/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...