"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 22 dicembre 2013

POTENZA:Perde il posto di lavoro, cede alla disperazione e si dà fuoco un giovane di 28 anni

LA DISPERAZIONE STA IMPERVERSANDO IN TUTTA L'ITALIA, STA DILAGANDO COME UN FIUME IN PIENA, E A NESSUNO GLIENE IMPORTA NIENTE, LORO DEVONO PENSARE AGLI IMMIGRATI, A COME METTERE FUORI MIGLIAIA DI DETENUTI, DEVONO VENDERSI LE LORO BANCHE NAZIONALI, E DEVONO TROVARE IL MODO DI FARCI PAGARE NUOVE TASSE CAMBIANDO IL NOME A QUELLE VECCHIE, MAGARI DISTOGLIENDO L'ATTENZIONE PUBBLICA , CON UNO STRUMENTO CHIAMATA OPERAZIONE FORCONI, A PROPOSITO CHE FINE HANNO FATTO QUEI SIGNORI CHE DOVEVANO MANDARE TUTTI A CASA, NESSUNA TRATTATIVA, AVANTI A OLTRANZA, CHE DOVEVANO CACCIARE TUTTI? FORSE IL LORO SCOPO L'HANNO GIA' OTTENUTO, ANZI  DUE, DISTOGLIERE L'ATTENZIONE PUBBLICA E LANCIARE UN MESSAGGIO "SUBLIMINALE" QUANTE VOLTE INFATTI VI HANNO RIPETUTO LA PAROLA PACIFICO,PACE, NON VIOLENZA, IN ALTRE PAROLE VI HANNO PROPINATO L'UNICO ANTIDOTO CAPACE DI PERMETTERE IL SUSSEGUIRSI DI FATTI DOLOROSI COME QUELLI SOTTORIPORTATI, NELLA VOSTRA PIU' TOTALE INDIFFERENZA, VI HANNO ABITUATO
AD ABITUARVI A QUESTA QUOTIDIANETA' DI ORRORI, IL PROBLEMA CARI CITTADINI ITALIANI E' CHE VOI NON VI VOLETE SVEGLIARE, PERCHE' AVETE PAURA DI ESPORVI, ED ALLORA VI NASCONDETE DIETRO LA PAROLA MAGICA PACIFICO E CIVILE, E CON QUESTA SCUSA VI LAVATE LE MANI DI TUTTO, TANTO NON E' TOCCATA A VOI OGGI,
MA SOLTANTO A UN RAGAZZO DI 28 ANNI DISPERATO, CHE NON SI RICONOSCEVA PIU' IN QUESTO MONDO E IN QUESTO MODO DI VIVERE E PENSARE, CITTADINI ITALIANI,VOI NON SIETE MENO RESPONSABILI DI QUANTO LO SIANO I POLITICI, PERCHE' VOI PERMETTETE LE LORO AZIONI, NASCONDENDOVI DIETRO IL PARAVENTO DEL BUONPENSARE CHE DA SEMPRE SVENTOLA IL VESSILLO DELL'OPPURTUNITA' DELL'ESSERE CIVILE, CARI ITALIANI LEGGETTEVI NIL POST IN BASSO E GIRATEVI PURE TRANQUILLAMENTE DALL'ALTRA PARTE, TANTO CI PENSANO I FORCONI A RISOLVERE TUTTO

BUONA LETTURA

POTENZA:
Perde il posto di lavoro, cede alla disperazione 
e si dà fuoco un giovane di 28 anni



Il ragazzo è ricoverato in gravi condizioni nel Centro 

Grandi Ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli

Un altro dramma della disperazione, a pochi giorni dal Natale: probabilmente disperato per aver perso il posto di lavoro, un giovane di 28 anni di Potenza si è dato fuoco nella notte tra venerdì e sabato, in una casa di campagna di proprietà della sua famiglia, a pochi chilometri dal capoluogo lucano.
 A causa delle gravissime ustioni riportate, il giovane è stato trasportato al Centro Grandi Ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli in gravi condizioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...