"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

mercoledì 4 dicembre 2013

Cavie umane per sperimentare un vaccino nel 1933 - 28 morti

Cavie umane per sperimentare un vaccino nel 1933 - 28 morti

4 dic 2013 - Il gazzettino (quotidiano locale del Veneto) nell'edizione del 2 dicembre 2013 riporta una storia davvero terribile di sperimentazione su cavie umane del vaccino contro la difterite.
«In quel maledetto marzo 1933 fummo utilizzati come cavie umane. Io sono sopravvissuto, tanti altri bambini no. Ma a tutti quei piccoli martiri non è dedicata nemmeno una targa». 
Sono queste le parole di Adamo Gasparotto con cui inizia l'articolo sulla cosiddetta "strage di Gruaro". 
Nel 1933, in piena epoca fascista, i due comuni di Gruaro e Cavarzere furono scelti per testare un vaccino contro la difterite. 
«Il nostro dottore era del tutto contrario, ma evidentemente c’era il bisogno di provare sul campo il vaccino» testimonia il signor Gasparotto.
Dei 253 bambini a cui fu somministrato tale vaccino ben 28 morirono nei giorni seguenti. 
Tutti si sentirono male poco dopo avere ricevuto il vaccino, manifestando i sintomi di quella stessa malattia contro la quale il vaccino avrebbe dovuto proteggerli.
 La spiegazione, che però arrivò solo alcuni anni dopo fu che:
«Un contenitore di siero in un laboratorio di Napoli non fu fatto bollire. 
Le fiale che finirono a Gruaro contenevano vaccino vivo, una sostanza letale». 
Il batterio della difterite non era stato quindi inattivato. 
Questa almeno la spiegazione ufficiale. 
Fa un po' pensare però che tale spiegazione ufficiale sia arrivata solo alcuni anni dopo lo svolgersi della tragica vicenda, e credo sia legittimo sospettare che ci possa essere ancora qualcosa da scoprire. 
Anche in questo caso il vaccino era sperimentale e le famglie hanno ricevuto promesse di soldi in cambio del slenzio.
 La campagna di vaccinazione è stata organizzata con finanziamenti di ONU e ... Bill Gates. 
Tutto questo mentre con gl stessi soldi si sarebbero potuti costruire 20.000 pozzi d'acqua ed allontanare così in maniera naturale la spettro delle malattie infettive. 
Maggiori informazoni ai link:


E non è finita qui. Un giornale ha deciso di investigare sulla questione ha posto delle domande precise ad un rappresentante della Bill & Melinda Gates Foundation (qui il video http://youtu.be/Q_508O2k8pM) il quale ha risposto che non era a conoscenza del caso. Sul sito di tale giornale leggiamo che a videocamera spenta una persona dello staff ha detto che lui ne sapeva qualcosa di questi casi di malattia (connessi alla vaccinazione) ed ha promesso che avrebbe fornito delle informazioni. 
Purtroppo taliinformazioni non sono mai arrivate.
Come la mettiamo allora?
La realtà è che a volte Bill Gates si lascia sfuggire delle orribili verità ( l'articolo relativo).


http://terrarealtime.blogspot.it/2013/12/cavie-umane-per-sperimentare-un-vaccino.html

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...