"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

domenica 24 novembre 2013

Secondo Rosario Marciano la Sardegna è vittima dell’accordo Bush/Berlusconi

Secondo Rosario Marciano la Sardegna è vittima dell’accordo Bush/Berlusconi


Al di là delle teorie complottiste, anche Legambiente – da anni – denuncia le tragedie come quella accaduta in Sardegna, definendola un ‘disastro innaturale’. Attraverso Facebook, Rosario Marcianò presidente del comitato Tanker Enemy ha definito la tragedia sarda come un «fenomeno artificiale», voluto da qualcuno – gli Stati Uniti – e con il beneplacito di qualcun altro – l’allora ministro Silvio Berlusconi. Tutto questo è stato messo nero su bianco con il tristemente noto “Accordo Bush/Berlusconi” del 2002.
Un copione che si ripete, negli ultimi anni, in un escalation che fa rabbrividire: in poche ore il maltempo si scaglia su qualche zona d’Italia e scatta l’emergenza, con vittime e feriti.
DOSSIER LEGAMBIENTE - Un disastro idrogeologico che colpisce lo ‘scarpone’ ed ha portato con sé anche un dossier-denuncia “Frane ed alluvioni: disastri innaturali”http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/dossier_franealluvioni_2011.pdfstilato da Legambiente nel 2011. In una sorta di ammissione esplicita, anche Legambiente – dopo le alluvioni su Genova, Liguria e Toscana – sottolinea l’innaturalità di certe calamità: oltre alla fragilità del territorio italiano, aggiungiamo la cementificazione abusiva e l’urbanizzazione selvaggia, concludendo il tutto con una inesistente prevenzione – come accade ad esempio per il controllo dei torrenti – ed ecco che la tragedia è fatta. Secondo questo ‘macabro copione’ anche con il tifone in Sardegna ci sarebbe stato questo mix letale.

C’è, però, un’altra linea di pensiero, più estremista: quella espressa da Rosario Marcianò, presidente del comitato Tanker Erenemy che ha scritto in un post di face book del 19 novembre 2013: «Omicidio volontario e strage in Sardegna. Fenomeno artificiale. Si noti il cono con origine sulle coste dell’Africa. Nessuna fonte anticiclonica sul Tirreno. Non a caso il fenomeno indotto è stato chiamato Cleopatra. I metereologi e le autorità preposte mentono», allegando una foto satellitare della Sardegna, pubblicata dalla Protezione Civile.

«Il tifone sardo è simile a quello sull’Ilva o quello dell’Emilia – spiega Marcianò – calamità che la moderna meteorologia chiama V-Shaped, secondo una forma a cono anomala perché orizzontale e non verticale come spesso accadeva». Così lo stesso Rosario Marcianò, in un’intervista, ammette chiaramente come la NATO “gioca” con le V-Shaped.
ACCORDO BUSH/BERLUSCONI - Il gioco di cui parla è quello delle sperimentazioni climatiche ed ambientali. Il sospetto è che tutto dipenda da un riscaldamento artificiale indotto dei bassi livelli: ovvero si crea un effetto serra impedendone l’escursione termica. In questo modo si rendono più violente le manifestazioni come quello del tifone sardo. In realtà, come ricorda lo stesso Marcianò il dominio del clima è l’ambizione principale degli Stati Uniti che già nel 1995 stilavano il documento “Dominare il clima entro il 2025. Il clima come un’arma” http://www.scribd.com/doc/36023062/Owning-the-Weather-in-2025-By-Using-Weather-Modification stilato da Air Force http://www.airforce.com/, l’aereonautica militare degli USA.
Le intenzioni di manipolare il clima da parte dell’America sono state messe nero su bianco il 22/23 gennaio 2002 con l’accordo che l’allora Presidente degli USA, George W. Bush ha firmato con l’ex premier Silvio Berlusconihttp://www.scribd.com/doc/8284646/Piano-dettaglio-Accordo-Italia-Usa-Sul-Clima. Secondo questo piano d’accordo USA/Italia, viene dato il via alle operazioni di sperimentazione climatiche attraverso le ‘chemtrails’ – schie chimiche – anche nel cielo della Penisola tanto che l’estate più torrida si è avuta l’anno successivo, nel 2003.
La linea di pensiero di Marcianò è che la Sardegna è stata una tragedia voluta, rientrando con molta probabilità in quel piano di sperimentazione americano che rende il clima l’arma della modernissima guerra invisibile.



Fonte: http://www.articolotre.com/2013/11/secondo-rosario-marciano-la-sardegna-e-vittima-dellaccordo-bushberlusconi/229061
http://www.signoraggio.it/secondo-rosario-marciano-la-sardegna-e-vittima-dellaccordo-bushberlusconi/

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...