"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino". GIUSEPPE DOSSETTI

Traduttore

venerdì 29 novembre 2013

Portogallo, cortei anticrisi dei lavoratori occupano 4 ministeri

Portogallo, cortei anticrisi dei lavoratori occupano 4 ministeri

 (Bruno Rosso)

E’ accaduto durante la manifestazione tenuta in corrispondenza del voto parlamentare per il bilancio dello Stato del 2014.
A Lisbona e in molte altre città del Paese, il sindacato CGTP ha portato in piazza decine di migliaia di manifestanti contro le misure imposte dalla Troika e contro la legge di bilancio per il 2014, che prevede tagli per 3,9 miliardi di euro. Pensioni e stipendi degli statali saranno i più colpiti dalla cura dimagrante. La decurtazione riguarderà salari a partire da 675 euro.

Da ieri pomeriggio la situazione a Lisbona è sfuggita al controllo delle forze dell’ordine e i ministeri dell’Economia, Salute, Ambiente e Finanza sono stati occupati dal corteo di lavoratori e attivisti.

Durante le occupazioni, il sindacato ha chiesto un incontro con i ministri del Governo per discutere i tagli previsti e approvati dal Parlamento. Le forze dell’ordine poco hanno partecipato alla difesa dei palazzi, dato che gli stessi tagli toccheranno anche il loro settore. Pochi giorni fa, inoltre, anche la protesta del sindacato dei poliziotti si era spinta fino a sotto il Parlamento. La maggioranza di centro-destra ha avuto i numeri per far passare la manovra anticrisi, tuttavia, secondo gli analisti, è probabile che la Corte Costituzionale blocchi alcune misure, come il taglio delle pensioni degli statali. I sindacati, intanto, minacciano nuove iniziative se i lavoratori rimarranno inascoltati.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...